Frescobaldi

 

frescobaldi2

INFO

Via Santo Spirito n. 11 Firenze (FI)
Telephone +39 055/27141
Fax +39 055/280205

Websitewww.frescobaldi.it
E-mailinfo@frescobaldi.it
Provenienza: Gli oliveti di proprietà Frescobaldi del comprensorio a nord-est della provincia di Firenze
Altimetria: Tra 200 e 500 metri
Esposizione: Varia
Tipologia suolo: Macigno del Chianti
Densità impianti: Tra 200 e 500 piante per ettaro
Allevamento: Sia monocono, per gli impianti più recenti, sia a vaso
Età vigneto: La maggior parte degli oliveti è stata ripiantata dopo la gelata del 1985
Superficie oliveti: 258 Ha.
Varietà di olivi e % di ciascuna: Frantoio 70%, Moraiolo 20%, Leccino 10%
Produzione annua totale: 600 Q.li
Produzione annua Laudemio: 300 Q.li

La storia della famiglia Frescobaldi inizia più di mille anni fa ed è intimamente collegata alla storia della Toscana. Nel culmine della Firenze medievale, i Frescobaldi estendono la loro influenza come banchieri, guadagnandosi il titolo di tesorieri della corona inglese. Poco più tardi, col fiorire del Rinascimento, diventano mecenati di importanti opere a Firenze, come la costruzione del ponte di Santa Trinita e della basilica di Santo Spirito.
Oggi la ricchezza della Toscana sta nella sua diversità, nell’unione tra sud e nord, amalgamando montagne e mare, città e campagna, nella sua terra e negli uomini che la lavorano.
L’unicità di Frescobaldi nasce proprio dalla rappresentazione di questa diversità; dalle sue 6 tenute posizionate in zone di elezione della Toscana, che esprimono e riflettono le caratteristiche di ogni singolo terroir.
Nel corso degli ultimi anni, soprattutto in seguito alla disastrosa gelata del 1985, i marchesi de’ Frescobaldi hanno trovato nuovi stimoli per contribuire al miglioramento dell’olivicoltura nella zona dei Colli della Toscana centrale. Mettendo al servizio dell’olivicoltura la secolare esperienza acquisita dall’azienda in viticoltura, il lavoro di sviluppo del settore olivicolo vede i Frescobaldi impegnati ad affermare il principio del terroir, ossia della interazione dell’ambiente agrario con la qualità e la tipicità del prodotto.
Dagli oliveti delle tenute di Pomino, Castiglioni, Poggio a Remole, Valiano e del castello di Nipozzano si producono le olive da cui nasce il Laudemio dei marchesi de’ Frescobaldi. Prodotto principalmente da olive della varietà Frantoio, il Laudemio Frescobaldi ha aspetto limpido, colore verde intenso e brillante, odore fruttato e spiccatamente erbaceo, sapore pastoso, saporoso, pulito, aggraziatamente rotondo e pizzichino insieme.